This website uses only technical or equivalent cookies.
For more information click here.

PEDIATRIA

No. 3 (Suppl. 1): CONSENSO INTERNAZIONALE SUL TROMBOEMBOLISMO VENOSO IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGIA (ICM-VTE) - Edizione Italiana

Raccomandazioni dall’ICM-TEV: ortopedia pediatrica

Authors

Submission Date: 2023-11-06
Publication Date: 2023-11-07

Abstract

 

Visualizza il PDF completo

 

Q1 - I fattori di rischio per TEV a seguito di interventi ortopedici sono diversi tra bambini e adulti?

Risposta/Raccomandazione. Molti fattori di rischio per il tromboembolismo venoso (TEV) nei pazienti ortopedici pediatrici sono simili a quelli degli adulti, come l’età più avanzata (adolescenti), i traumi, i tumori maligni, alcune infezioni, i disturbi della coagulazione e una storia personale o familiare di TEV. Tuttavia, alcuni fattori di rischio di TEV riportati in letteratura per gli adulti (es. fumo) possono essere meno diffusi nei bambini e viceversa (es. trombofilia congenita). 

Forza della Raccomandazione. Moderata. 

Voto dei delegati. D’accordo 100.00%, in disaccordo 0.00%, astenuti 0.00% (forte consenso unanime). 

Razionale. Il TEV è una complicanza comune negli adulti sottoposti a chirurgia ortopedica e i fattori di rischio per questa patologia sono ben stabiliti. Al contrario, il TEV è estremamente raro nei pazienti ortopedici pediatrici 1. È stata riportata un’incidenza di TEV dello 0.0515% nei pazienti pediatrici ricoverati a seguito di interventi ortopedici elettivi 2; l’incidenza sale a 0.10% quando si includono gli interventi non elettivi 3 e raggiunge un picco dello 0.68% nei pazienti traumatologici 4,5. I dati epidemiologici hanno dimostrato che l’incidenza del TEV pediatrico è bimodale, con i tassi di incidenza più elevati nei neonati e negli adolescenti 6. Nei pazienti pediatrici il rischio di TEV aumenta in presenza di determinate patologie, come cardiopatia congenita, sindrome nefrosica, precedente splenectomia in pazienti con anemia emolitica, colectomia in pazienti con malattia infiammatoria intestinale, trombofilia congenita e altre malattie genetiche o metaboliche 7. La trombosi da catetere è la causa più comune di TEV pediatrico 8-10: i cateteri venosi centrali (CVC) possono danneggiare direttamente la parete del vaso, aumentare la turbolenza del flusso sanguigno, introdurre sostanze che danneggiano le cellule endoteliali e contenere materiali trombogeni. 

A causa della complessa fisiopatologia dei pazienti pediatrici, i pazienti pediatrici ortopedici hanno fattori di rischio per TEV diversi rispetto alla controparte non ortopedica 11,12. Attualmente, la letteratura suggerisce che i più comuni fattori di rischio per TEV nei pazienti ortopedici pediatrici sono l’età adolescenziale, i traumi, le infezioni, il cancro, i disturbi della coagulazione e una storia personale o familiare di TEV 9,11,13

I pazienti traumatologici pediatrici sono un sottogruppo identificabile a più alto rischio di TEV 14. Tuttavia, tale rischio non è uniforme tra i gruppi di età, con la maggior parte dei casi che si verificano nei bambini di età compresa tra 10 e 15 anni (0.1%). In uno studio Guzman et al. 4 hanno rilevato che i pazienti traumatologici pediatrici più giovani (di età inferiore a 10 anni) avevano un rischio di TEV molto più basso rispetto agli adolescenti di età compresa tra 13 e 15 anni. Inoltre, i pazienti adolescenti più anziani (> 16 anni) assomigliavano fisiologicamente agli adulti e presentavano frequenze di TEV simili a quelle della popolazione adulta 4,8,11,15-18

Un’altra specifica popolazione ortopedica pediatrica ad aumentato rischio di TEV sono i bambini con infezioni muscoloscheletriche come osteomielite o artrite settica, soprattutto se l’organismo infettante è lo Staphylococcus aureus 9,19-23. La gravità e la durata dell’aumento della proteina C-reattiva (PCR) possono predire lo sviluppo di TEV, con un aumento di 20 mg/l del picco di PCR associato a un aumento del 29% del rischio di trombosi 24.

In conclusione, sono disponibili pochi dati di alta qualità sui fattori di rischio per TEV nei pazienti ortopedici pediatrici, che sono in gran parte simili a quelli degli adulti quando si considerano le stesse condizioni di comorbilità. Sono necessari ulteriori studi per sviluppare protocolli di stratificazione del rischio specifici per i pazienti ortopedici pediatrici, con l’obiettivo di determinare quale sottogruppo di pazienti possa trarre beneficio dalla profilassi del TEV.

Graham S. Goh, John J. Corvi, Robert F. Murphy

References

  1. Rohrer MJ, Cutler BS, MacDougall E, Herrmann JB, Anderson FA Jr, Wheeler HB. A prospective study of the incidence of deep venous thrombosis in hospitalized children. J Vasc Surg. 1996 Jul;24(1):46-9, discussion :50.
  2. Georgopoulos G, Hotchkiss MS, McNair B, Siparsky G, Carry PM, Miller NH. Incidence of Deep Vein Thrombosis and Pulmonary Embolism in the Elective Pediatric Orthopaedic Patient. J Pediatr Orthop. 2016 Jan;36(1):101-9
  3. Baker D, Sherrod B, McGwin G Jr, Ponce B, Gilbert S. Complications and 30-day Outcomes Associated With Venous Thromboembolism in the Pediatric Orthopaedic Surgical Population. J Am Acad Orthop Surg. 2016 Mar;24(3):196-206.
  4. Guzman D, Sabharwal S, Zhao C, Sabharwal S. Venous thromboembolism among pediatric orthopedic trauma patients: a database analysis. J Pediatr Orthop B. 2018 Mar;27(2):93-8.
  5. Murphy RF, Naqvi M, Miller PE, Feldman L, Shore BJ. Pediatric orthopaedic lower extremity trauma and venous thromboembolism. J Child Orthop. 2015 Oct;9(5): 381-4.
  6. Mahajerin A, Croteau SE. Epidemiology and Risk Assessment of Pediatric Venous Thromboembolism. Front Pediatr. 2017 Apr 10;5:68.
  7. Gerotziafas GT. Risk factors for venous thromboembolism in children. Int Angiol. 2004 Sep;23(3):195-205.
  8. Allen CJ, Murray CR, Meizoso JP, Ray JJ, Neville HL, Schulman CI, Namias N, Sola JE, Proctor KG. Risk factors for venous thromboembolism after pediatric trauma. J Pediatr Surg. 2016 Jan;51(1):168-71.
  9. Kim SJ, Sabharwal S. Risk factors for venous thromboembolism in hospitalized children and adolescents: a systemic review and pooled analysis. J Pediatr Orthop B. 2014 Jul;23(4):389-93.
  10. Revel-Vilk S, Chan A, Bauman M, Massicotte P. Prothrombotic conditions in an unselected cohort of children with venous thromboembolic disease. J Thromb Haemost. 2003 May;1(5):915-21.
  11. Samineni AV, Sanborn R, Shea J, Cook D, May CJ, Heyworth BE, Shore BJ. Pediatric Venous Thromboembolism: Different Rates of Incidence, Anatomic Locations, and Risk Factors Between Orthopaedic and Nonorthopaedic Related Patients. J Pediatr Orthop. 2021 Jul 1;41(6):379-84.
  12. Spentzouris G, Scriven RJ, Lee TK, Labropoulos N. Pediatric venous thromboembolism in relation to adults. J Vasc Surg. 2012 Jun;55(6):1785-93.
  13. Shore BJ, Flaugh R, Shannon BA, Curran P, Hogue G. Preoperative Considerations for Teenagers Undergoing Orthopaedic Surgery: VTE Prevention, Mental Health Assessment, Vaping, and Drug Addiction. J Pediatr Orthop. 2021 Jul 1;41(Suppl 1):S64-9.
  14. Vavilala MS, Nathens AB, Jurkovich GJ, Mackenzie E, Rivara FP. Risk factors for venous thromboembolism in pediatric trauma. J Trauma. 2002 May; 52(5):922-7.
  15. Vu LT, Nobuhara KK, Lee H, Farmer DL. Determination of risk factors for deep venous thrombosis in hospitalized children. J Pediatr Surg. 2008 Jun;43(6):1095-9.
  16. Sabharwal S, Zhao C, Passanante M. Venous thromboembolism in children: details of 46 cases based on a follow-up survey of POSNA members. J Pediatr Orthop. 2013 Oct-Nov;33(7):768-74.
  17. Dhaliwal J. Venous Thromboembolism after Trauma: When Do Children Become Adults? J Emerg Med. 2014;46(6):874-5.
  18. Padhye K, El-Hawary R, Price V, Stevens S, Branchford B, Kulkarni K. Development of a perioperative venous thromboembolism prophylaxis algorithm for pediatric orthopedic surgical patients. Pediatr Hematol Oncol. 2020 Mar;37(2): 109-18.
  19. Letts M, Lalonde F, Davidson D, Hosking M, Halton J. Atrial and venous thrombosis secondary to septic arthritis of the sacroiliac joint in a child with hereditary protein C deficiency. J Pediatr Orthop. 1999 Mar-Apr;19(2):156-60.
  20. Walsh S, Phillips F. Deep vein thrombosis associated with pediatric musculoskeletal sepsis. J Pediatr Orthop. 2002 May-Jun;22(3):329-32.
  21. Crary SE, Buchanan GR, Drake CE, Journeycake JM. Venous thrombosis and thromboembolism in children with osteomyelitis. J Pediatr. 2006 Oct;149(4): 537-41.
  22. Vander Have KL, Karmazyn B, Verma M, Caird MS, Hensinger RN, Farley FA, Lubicky JP. Community-associated methicillin-resistant Staphylococcus aureus in acute musculoskeletal infection in children: a game changer. J Pediatr Orthop. 2009 Dec;29(8):927-31.
  23. Ligon JA, Journeycake JM, Josephs SC, Tareen NG, Lindsay EA, Copley LAB. Differentiation of Deep Venous Thrombosis Among Children With or Without Osteomyelitis. J Pediatr Orthop. 2018 Nov/Dec;38(10):e597-603.
  24. Amaro E, Marvi TK, Posey SL, Benvenuti MA, An TJ, Dale KM, Lovejoy SA, Martus JE, Johnson ME, Mencio GA, Moore-Lotridge SN, Thomsen IP, Schoenecker JG. CReactive Protein Predicts Risk of Venous Thromboembolism in Pediatric Musculoskeletal Infection. J Pediatr Orthop. 2019 Jan;39(1):e62-7.

Downloads

Authors

Samir Sabharwal e i Delegati di Ortopedia Pediatrica ICM-VTE

How to Cite
Samir Sabharwal e i Delegati di Ortopedia Pediatrica ICM-VTE. (2023). Raccomandazioni dall’ICM-TEV: ortopedia pediatrica. Giornale Italiano Di Ortopedia E Traumatologia, 49(3 (Suppl. 1), 315–332. Retrieved from https://www.giot.it/article/view/378
  • Abstract viewed - 201 times
  • PDF downloaded - 100 times