This website uses only technical or equivalent cookies.
For more information click here.

TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT

No. 3 (Suppl. 1): CONSENSO INTERNAZIONALE SUL TROMBOEMBOLISMO VENOSO IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGIA (ICM-VTE) - Edizione Italiana

Raccomandazioni dall’ICM-TEV: traumatologia dello sport

Authors

Submission Date: 2023-11-06
Publication Date: 2023-11-07

Abstract

 

Visualizza il PDF completo

 

Q1 - Relativamente al rischio di TEV, quali interventi chirurgici possono essere considerati maggiori e quali minori nella traumatologia dello sport? 

Risposta/Raccomandazione. L’incidenza di tromboembolismo venoso (TEV) nella traumatologia dello sport è complessivamente bassa e il rischio di TEV aumenta con l’immobilizzazione e l’assenza di carico. Per questo motivo gli interventi chirurgici sugli arti superiori in traumatologia dello sport sono considerati minori relativamente al rischio di TEV, a causa del basso impatto sulla deambulazione del paziente e sulla mobilità postoperatoria. Gli interventi chirurgici sugli arti inferiori possono essere considerati minori se i pazienti sono in grado di sostenere il carico e mobilizzarsi nel postoperatorio. Gli interventi sugli arti inferiori che impongono restrizioni del carico e/o limitano la deambulazione possono essere considerati maggiori. 

Forza della Raccomandazione. Consenso. 

Voto dei delegati. D’accordo 96.15%, in disaccordo 0.0%, astenuti 3.85% (forte consenso). 

Razionale. Numerosi studi di coorte di grandi dimensioni hanno esaminato il rischio complessivo di TEV sintomatico negli interventi comuni di chirurgia ortopedica in traumatologia dello sport 1-5, riscontrando un’incidenza complessiva di TEV molto inferiore in questa categoria di pazienti rispetto ai pazienti sottoposti a interventi di traumatologia o protesica articolare 6-9. Malgrado ciò, il TEV rimane tuttora una complicanza importante e potenzialmente fatale della chirurgia in traumatologia dello sport che merita approfondimenti. Nel 2012 l’American College of Chest Physicians (ACCP) ha pubblicato delle linee guida sulla prevenzione del TEV nei pazienti sottoposti ad artroscopia del ginocchio indicando che non è necessaria alcuna tromboprofilassi 7. Non ci sono state revisioni significative di queste linee guida dalla loro pubblicazione. 

I rischi di TEV dopo interventi di traumatologia dello sport sono stati descritti in vari studi. Sebbene sia stato dimostrato che la durata dell’intervento è un fattore di rischio nei pazienti che sviluppano TEV 10, tale fattore non è universalmente accettato come indicatore affidabile per determinare il rischio complessivo di TEV in un paziente. Diversi studi hanno dimostrato che gli interventi ortopedici che richiedono l’immobilizzazione postoperatoria pongono i pazienti a maggior rischio di sviluppare un TEV sintomatico 11,12. Inoltre, è dimostrato che i pazienti ai quali non è concesso il carico sull’arto operato hanno una maggiore incidenza di TEV dopo l’intervento 13. Questi fattori sono stati presi in considerazione nel formulare la raccomandazione di cui sopra. 

La chirurgia sugli arti superiori in traumatologia dello sport consiste principalmente in interventi a cielo aperto e artroscopici sulla spalla e sul gomito, per i quali il TEV è riportato come una complicanza rara. Revisioni sistematiche riportano che l’incidenza di TEV è compresa tra 0.038% e 0.3% dopo interventi artroscopici di spalla 4,14. Le restrizioni al carico non sono così determinanti per lo sviluppo di TEV nei pazienti poiché in genere non ostacolano in modo significativo la deambulazione, il che si è dimostrato ridurre il rischio di TEV 15,16. L’immobilizzazione dell’arto superiore non risulta aumentare il rischio di TEV e la letteratura riporta solo due casi di trombosi del braccio, dopo artroscopia della spalla e immobilizzazione, su un totale di 10452 casi 17,18

Gli interventi di traumatologia dello sport sugli arti inferiori sono molto diversi per natura e gravità. Le procedure in artroscopia e a cielo aperto sull’anca, che comprendono la riparazione e la ricostruzione del labrum, gli interventi di osteocondroplastica e le riparazioni dei tendini come quelli del gluteo medio o del bicipite femorale prossimale, negli ultimi tempi sono state trattate con un carico precoce accelerato e libertà di movimento 9-21. Benché vi sia scarsità di studi che valutino specificamente l’incidenza di TVP dopo questi interventi, una recente revisione sistematica ha stimato che il rischio nei pazienti sottoposti ad artroscopia dell’anca sia  ̴2% 5. Analogamente, per la riparazione dell’avulsione del tendine del bicipite femorale l’incidenza stimata di TEV è 0.5% 22

L’artroscopia del ginocchio è uno degli interventi più comuni in tutta l’ortopedia e gli interventi concomitanti possono prevedere, tra gli altri, la riparazione/ricostruzione del legamento crociato anteriore e/o posteriore, l’escissione/riparazione/trapianto del menisco e la fissazione/perforazione/innesto di difetti osteocondrali. L’incidenza riportata di TVP senza profilassi dopo artroscopia del ginocchio varia da 0.2% a 18%, con tassi più alti rilevati durante lo screening di pazienti asintomatici 23-25. Il tasso di TVP più alto del previsto nell’artroscopia di ginocchio, in assenza di profilassi, ha portato alcuni studi a raccomandare la profilassi farmacologica dopo questo intervento 26-29. Tuttavia, il consenso sulla profilassi del TEV dopo artroscopia di ginocchio non è stato raggiunto e varia da paese a paese. Negli Stati Uniti, le linee guida ACCP indicano che non è necessaria alcuna tromboprofilassi per gli interventi artroscopici di ginocchio nei pazienti senza una precedente storia di TEV7. Per gli interventi a cielo aperto a carico del ginocchio, come l’osteotomia tibiale prossimale (HTO), l’osteotomia femorale distale (DFO) e l’osteotomia della tuberosità tibiale (TTO), il rischio di TEV riportato varia in un ampio intervallo, a seconda dell’inclusione del TEV asintomatico. L’incidenza di TEV riportata per l’HTO varia da 2.4 a 41% 30,31. Uno studio recente di Erickson et al. ha stimato che i tassi di TEV sintomatico dopo HTO, DFO o TTO siano inferiori a 2% 32. Attualmente, non c’è consenso riguardo alla tromboprofilassi negli interventi di HTO, DFO o TTO; tuttavia, data la necessità di una restrizione prolungata del carico, in questa categoria di pazienti si potrebbe dover considerare la somministrazione di tromboprofilassi. 

In conclusione, il rischio complessivo di TEV nei pazienti sottoposti a chirurgia ortopedica in traumatologia dello sport è molto basso. In base all’opinione di esperti e alle prove limitate, gli interventi di chirurgia sportiva sugli arti superiori dovrebbero essere considerati minori relativamente al rischio di TEV, a causa del basso impatto sulla deambulazione e sulla mobilità postoperatoria. Analogamente, si dovrebbero considerare minori gli interventi chirurgici sugli arti inferiori per i quali i pazienti possono sostenere il carico ed essere mobilizzati nel postoperatorio. Gli interventi sugli arti inferiori che nel postoperatorio prevedono restrizioni del carico o immobilizzazione dell’arto operato devono essere considerati maggiori per quanto concerne il rischio di TEV. Sebbene raro, il rischio di TEV negli interventi chirurgici sportivi sul ginocchio è leggermente più alto e la tromboprofilassi è raccomandata in base alla stratificazione del rischio. Per questa ragione, gli interventi sul ginocchio in cui i pazienti non sostengono il carico e sono immobilizzati vengono considerati maggiori, mentre tutti gli altri che non impongono restrizioni del carico e consentono libertà di movimento sono considerati minori.

Martina Rama, Bryson R. Kemler, Sommer Hammoud

References

  1. Kanchanabat B, Stapanavatr W, Meknavin S, Soorapanth C, Sumanasrethakul C, Kanchanasuttirak P. Systematic review and meta-analysis on the rate of postoperative venous thromboembolism in orthopaedic surgery in Asian patients without thromboprophylaxis. Br J Surg. 2011 Oct;98(10):1356-64.
  2. Sun Y, Chen D, Xu Z, Shi D, Dai J, Qin J, Qin J, Jiang Q. Deep venous thrombosis after knee arthroscopy: a systematic review and meta-analysis. Arthroscopy. 2014 Mar;30(3):406-12.
  3. Maletis GB, Inacio MCS, Reynolds S, Funahashi TT. Incidence of symptomatic venous thromboembolism after elective knee arthroscopy. J Bone Joint Surg Am. 2012 Apr 18;94(8):714-20.
  4. Dattani R, Smith CD, Patel VR. The venous thromboembolic complications of shoulder and elbow surgery: a systematic review. Bone Joint J. 2013 Jan;95-B(1):70-4.
  5. Bolia IK, Fagotti L, McNamara S, Dornan G, Briggs KK, Philippon MJ. A systematic review-meta-analysis of venous thromboembolic events following primary hip arthroscopy for FAI: clinical and epidemiologic considerations. J Hip Preserv Surg. 2018 Aug 17;5(3):190-201.
  6. Matharu GS, Kunutsor SK, Judge A, Blom AW, Whitehouse MR. Clinical Effectiveness and Safety of Aspirin for Venous Thromboembolism Prophylaxis After Total Hip and Knee Replacement: A Systematic Review and Meta-analysis of Randomized Clinical Trials. JAMA Intern Med. 2020 Mar 1;180(3):376-84.
  7. Falck-Ytter Y, Francis CW, Johanson NA, Curley C, Dahl OE, Schulman S, Ortel TL, Pauker SG, Colwell CW Jr. Prevention of VTE in orthopedic surgery patients: Antithrombotic Therapy and Prevention of Thrombosis, 9th ed: American College of Chest Physicians Evidence-Based Clinical Practice Guidelines. Chest. 2012 Feb; 141(2)(Suppl):e278S-325S.
  8. Flevas DA, Megaloikonomos PD, Dimopoulos L, Mitsiokapa E, Koulouvaris P, Mavrogenis AF. Thromboembolism prophylaxis in orthopaedics: an update. EFORT Open Rev. 2018 Apr 27;3(4):136-48.
  9. Patterson JT, Morshed S. Chemoprophylaxis for Venous Thromboembolism in Operative Treatment of Fractures of the Tibia and Distal Bones: A Systematic Review and Meta-analysis. J Orthop Trauma. 2017 Sep;31(9): 453-60.
  10. Kim JYS, Khavanin N, Rambachan A, McCarthy RJ, Mlodinow AS, De Oliveria GS Jr, Stock MC, Gust MJ, Mahvi DM. Surgical duration and risk of venous thromboembolism. JAMA Surg. 2015 Feb;150(2):110-7.
  11. Braithwaite I, Healy B, Cameron L, Weatherall M, Beasley R. Lower limb immobilisation and venous thromboembolism risk: combined case-control studies. Postgrad Med J. 2017 Jun;93(1100):354-9.
  12. Bui MH, Hung DD, Vinh PQ, Hiep NH, Anh LL, Dinh TC. Frequency and Risk Factor of Lower-limb Deep Vein Thrombosis after Major Orthopedic Surgery in Vietnamese Patients. Open Access Maced J Med Sci. 2019 Dec 20;7(24): 4250-4.
  13. Riou B, Rothmann C, Lecoules N, Bouvat E, Bosson JL, Ravaud P, Samama CM, Hamadouche M. Incidence and risk factors for venous thromboembolism in patients with nonsurgical isolated lower limb injuries. Am J Emerg Med. 2007 Jun;25(5): 502-8.
  14. Sager B, Ahn J, Tran J, Khazzam M. Timing and Risk Factors for Venous Thromboembolism After Rotator Cuff Repair in the 30-Day Perioperative Period. Arthroscopy. 2019 Nov;35(11):3011-8.
  15. Chindamo MC, Marques MA. Role of ambulation to prevent venous thromboembolism in medical patients: where do we stand? J Vasc Bras. 2019 Jun 25;18:e20180107.
  16. Wilson K, Devito D, Zavotsky KE, Rusay M, Allen M, Huang S. Keep It Moving and Remember to P.A.C. (Pharmacology, Ambulation, and Compression) for Venous Thromboembolism Prevention. Orthop Nurs. 2018 Nov/Dec;37(6):339-45.
  17. Garofalo R, Notarnicola A, Moretti L, Moretti B, Marini S, Castagna A. Deep vein thromboembolism after arthroscopy of the shoulder: two case reports and a review of the literature. BMC Musculoskelet Disord. 2010 Apr 8; 11:65.
  18. Peivandi MT, Nazemian Z. Clavicular fracture and upper-extremity deep venous thrombosis. Orthopedics. 2011 Mar 11;34(3):227.
  19. Kaeding CC, Leger-St-Jean B, Gorica Z, Magnussen RA, Vasileff WK. Accelerated Rehabilitation Following Repair of Proximal Hamstring Avulsion: 4 Year Outcomes. Orthop J Sports Med. 2017 Jul;5(7_suppl6): 2325967117S0024.
  20. Nho S, Rasio J. Editorial Commentary: Rehabilitation After Hip Arthroscopy-Bear in Mind the Bearing of Weight. Arthroscopy. 2020 Jan;36(1):165-6.
  21. Grzybowski JS, Malloy P, Stegemann C, Bush-Joseph C, Harris JD, Nho SJ. Rehabilitation Following Hip Arthroscopy - A Systematic Review. Front Surg. 2015 May 26;2:21.
  22. Asokan A, Plastow R, Chang JS, Kayani B, Moriarty P, Thompson JW, Haddad FS. Incidence of Symptomatic Venous Thromboembolism in Proximal Hamstring Repair: A Prospective Cohort Study. Orthop J Sports Med. 2021 Jul 19;9(7): 23259671211012420.
  23. Reynolds AW, Garay M, Lynch S, Black KP, Gallo RA. Incidence of Venous Thromboembolism following Knee Arthroscopy: Effectiveness of a Risk-Based Stratified Chemoprophylaxis Protocol. J Knee Surg. 2020 Aug 31.
  24. Ramos J, Perrotta C, Badariotti G, Berenstein G. Interventions for preventing venous thromboembolism in adults undergoing knee arthroscopy. Cochrane Database Syst Rev. 2008 Oct 8;(4):CD005259.
  25. Mauck KF, Froehling DA, Daniels PR, Dahm DL, Ashrani AA, Crusan DJ, Petterson TM, Bailey KR, Heit JA. Incidence of venous thromboembolism after elective knee arthroscopic surgery: a historical cohort study. J Thromb Haemost. 2013 Jul;11(7):1279-86.
  26. Wirth T, Schneider B, Misselwitz F, Lomb M, T¨uyl¨u H, Egbring R, Griss P. Prevention of venous thromboembolism after knee arthroscopy with low-molecular weight heparin (reviparin): Results of a randomized controlled trial. Arthroscopy. 2001 Apr;17(4):393-9.
  27. Michot M, Conen D, Holtz D, Erni D, Zumstein MD, Ruflin GB, Renner N. Prevention of deep-vein thrombosis in ambulatory arthroscopic knee surgery: A randomized trial of prophylaxis with low—molecular weight heparin. Arthroscopy. 2002 Mar;18(3):257-63.
  28. Marlovits S, Striessnig G, Schuster R, Stocker R, Luxl M, Trattnig S, V´ecsei V. Extended-duration thromboprophylaxis with enoxaparin after arthroscopic surgery of the anterior cruciate ligament: a prospective, randomized, placebo-controlled study. Arthroscopy. 2007 Jul;23(7):696-702.
  29. Camporese G, Bernardi E, Prandoni P, Noventa F, Verlato F, Simioni P, Ntita K, Salmistraro G, Frangos C, Rossi F, Cordova R, Franz F, Zucchetta P, Kontothanassis D, Andreozzi GM; KANT (Knee Arthroscopy Nadroparin Thromboprophylaxis) Study Group. Low-molecular-weight heparin versus compression stockings for thromboprophylaxis after knee arthroscopy: a randomized trial. Ann Intern Med. 2008 Jul 15;149(2):73-82.
  30. Martin R, Birmingham TB, Willits K, Litchfield R, Lebel ME, Giffin JR. Adverse event rates and classifications in medial opening wedge high tibial osteotomy. Am J Sports Med. 2014 May;42(5):1118-26.
  31. Miller BS, Downie B, McDonough EB, Wojtys EM. Complications after medial opening wedge high tibial osteotomy. Arthroscopy. 2009 Jun;25(6):639-46.
  32. Erickson BJ, Tilton A, Frank RM, Park W, Cole BJ. Rates of Deep Vein Thrombosis Occurring After Osteotomy About the Knee. Am J Orthop (Belle Mead NJ). 2017 Jan/Feb;46(1):E23-7.

Downloads

Authors

Sommer Hammoud e i Delegati della Traumatologia dello Sport ICM-VTE

How to Cite
Sommer Hammoud e i Delegati della Traumatologia dello Sport ICM-VTE. (2023). Raccomandazioni dall’ICM-TEV: traumatologia dello sport. Giornale Italiano Di Ortopedia E Traumatologia, 49(3 (Suppl. 1), 353–369. Retrieved from https://www.giot.it/article/view/380
  • Abstract viewed - 203 times
  • PDF downloaded - 25 times