This website uses only technical or equivalent cookies.
For more information click here.

COLONNA

No. 3 (Suppl. 1): CONSENSO INTERNAZIONALE SUL TROMBOEMBOLISMO VENOSO IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGIA (ICM-VTE) - Edizione Italiana

Raccomandazioni dell’ICM-VTE: colonna vertebrale

Authors

Submission Date: 2023-11-06
Publication Date: 2023-11-07

Abstract

 

Visualizza il PDF completo

 

Q1 - Lo screening di routine per la TVP è necessario nel periodo preoperatorio e/o postoperatorio per i pazienti sottoposti a interventi alla colonna vertebrale? 

Risposta/Raccomandazione. Lo screening di routine per la trombosi venosa profonda (TVP) nei pazienti sottoposti a interventi alla colonna vertebrale non svolge alcun ruolo. La sorveglianza con ecodoppler può essere presa in considerazione nei pazienti chirurgici ad alto rischio: individui più anziani, con lesioni alla colonna vertebrale, storia personale di tromboembolismo venoso (TEV), tumori maligni, mielopatia spondilosica cervicale (CSM) e/o non deambulanti. 

Forza della Raccomandazione. Limitata. 

Voto dei delegati. D’accordo 96.43%, in disaccordo 3.57%, astenuti 0.00% (forte consenso). 

Razionale. Il TEV è una complicanza della chirurgia ortopedica maggiore e della chirurgia vertebrale. L’incidenza di TEV riportata nei pazienti sottoposti a chirurgia vertebrale varia da 0.29% a 31% 1-3, mentre i tassi complessivi di embolia polmonare (EP) e mortalità associata sono rispettivamente 1.38% e 0.34% 2-5

Sebbene la flebografia sia stata utilizzata per la diagnosi di TVP, non è adatta per lo screening di routine di pazienti asintomatici a causa di possibili complicanze, problemi tecnici, costi e invasività 6. Analogamente, l’uso del D-dimero, un sottoprodotto della fibrinolisi 7, come strumento di screening ha dimostrato mancanza di sensibilità e specificità nel rilevare il TEV dopo l’intervento di artroprotesi dell’anca 8-12. L’ecografia, d’altra parte, è diventata il principale metodo non invasivo per indagare la sospetta TVP delle vene femorali e poplitee 9. L’ecografia standard ha mostrato una sensibilità relativamente alta per la TVP prossimale (> 90%) o per la TVP al di sotto del ginocchio (circa 60%) in una revisione sistematica di studi diagnostici di coorte 13. L’ecografia duplex (DUS) ha anche migliorato la precisione e l’efficienza nella diagnosi di TVP rispetto alla maggior parte delle tecniche non invasive 14. Inoltre, la combinazione del test del D-dimero con l’ecografia nei pazienti con lesione acuta del midollo spinale ha migliorato la rilevazione del TEV rispetto al solo test del D-dimero 15

Rimane comunque controverso l’uso dello screening di routine per la TVP nel perioperatorio per i pazienti sottoposti a interventi alla colonna vertebrale. Un’ampia revisione sistematica della letteratura ha portato a individuare un totale di 26 articoli che soddisfacevano tutti i criteri diinclusione; gli articoli sono stati selezionati per l’estrazione dei dati dopo un riesame completo e le informazioni relative ad anno di pubblicazione, livello di evidenza, numero di pazienti, metodi di screening, tempistica dello screening, metodi di profilassi e incidenza di TEV sono riassunte nella Tabella I. Alcuni studi sconsigliano lo screening per i pazienti sottoposti a chirurgia vertebrale mentre altri riconoscono che solo i pazienti ad alto rischio possono trarne beneficio. Sulla base della letteratura disponibile, i fattori che aumentano il rischio di TEV nei pazienti sottoposti a chirurgia vertebrale possono essere ravvisati in pazienti più anziani, lunghi periodi di allettamento a causa di paralisi e dolore, livelli elevati di D-dimero, maggiore durata dell’operazione, perdita ematica e trasfusione intraoperatoria, storia pregressa di TEV, fratture, carico di comorbilità e chirurgia oncologica 16-44. Gli studi che riportano i tassi di TVP e/o EP variano nel tipo di intervento chirurgico considerato e nei metodi utilizzati per rilevare la TVP, che vanno dall’esame clinico 28,29 allo screening DUS 3,22,24-27,30-32,35,38-40,43,44, allo screening con tomografia computerizzata avanzata (TC) 34, al test del D-dimero combinato con DUS e/o TC avanzata 18,33,36,37,41,42 e alla flebografia 5

Cinque articoli hanno raccomandato lo screening di routine preoperatorio e/o postoperatorio per la TVP. Liu et al. hanno esaminato lo screening di routine della TVP in uno studio trasversale retrospettivo 40, riscontrando che su 396 pazienti con CSM, 16 (4%) avevano una TVP preoperatoria. Gli autori hanno concluso che lo screening preoperatorio dovrebbe essere preso in considerazione per i pazienti con CSM, e in particolare in quelli più anziani e in coloro che hanno CSM da più lungo tempo o una scarsa mobilità degli arti inferiori o una storia di malattie cardiache. Oda et al. hanno valutato la comparsa di TVP dopo chirurgia vertebrale posteriore 5 in una coorte di pazienti in cui non sono stati utilizzati né metodi meccanici né farmaci anticoagulanti per la profilassi del TEV. La flebografia ascendente bilaterale è stata eseguita entro 14 giorni dall’intervento chirurgico. Nessun paziente ha manifestato segni clinici di TVP ed EP, ma la flebografia ha evidenziato TVP in 17 pazienti (15.5%), 16 dei quali avevano trombi distali mentre solo uno aveva un trombo prossimale. Gli autori hanno ipotizzato che la prevalenza di TVP dopo un intervento di chirurgia vertebrale posteriore sia più alta di quanto generalmente riconosciuto. Ikeda et al. hanno esaminato i fattori predittivi di TVP dopo un intervento chirurgico alla colonna vertebrale, rilevando la TVP postoperatoria mediante DUS 18. Età, sesso, indice di massa corporea (IMC), tempo operatorio, entità del sanguinamento, stato ambulatorio prima dell’intervento, utilizzo di strumentazione e livelli sierici preoperatori di D-dimero sono stati confrontati tra i gruppi di pazienti con TVP e i gruppi senza TVP per stabilire i fattori predittivi di TVP postoperatoria. Il valore di cut-off del livello preoperatorio di D-dimero è stato calcolato utilizzando l’analisi della curva ROC (Receiver Operating Characteristic). È stato suggerito che la DUS perioperatoria per rilevare la TVP negli arti inferiori nei pazienti sottoposti a chirurgia vertebrale sia eseguita nei pazienti di genere femminile, non deambulanti e con livelli sierici preoperatori di D-dimero più elevati. Inoue et al. hanno esaminato i cambiamenti nei marcatori ematici in presenza di EP o TVP dopo un intervento chirurgico alla colonna vertebrale a basso rischio, precisamente laminoplastica cervicale o laminectomia lombare41. Un D-dimero elevato al 3° e al 7° giorno postoperatorio è risultato fattore predittivo per la diagnosi precoce di EP dopo l’intervento. Uno studio retrospettivo ha riportato un’incidenza di TVP asintomatica identificata all’ecodoppler del 10% (45 pazienti con trauma su 458), significativamente più alta nei pazienti più anziani o con una degenza più lunga o con punteggi della lesione più elevati e con lesioni spinali 23. Gli autori hanno raccomandato il monitoraggio nei pazienti traumatologici con questi fattori di rischio. 

Esistono altre pubblicazioni che sconsigliano lo screening di routine per la TVP nei pazienti sottoposti a chirurgia vertebrale. Kaabachi et al. hanno studiato la TVP asintomatica e le malattie protrombotiche in bambini non sindromici sottoposti a trattamento chirurgico della scoliosi 31. Il protocollo è stato progettato per lo screening attivo della TVP utilizzando la DUS a colori il giorno prima dell’intervento chirurgico e ripetuta al 3°, 7° e 15° giorno dopo l’intervento. La valutazione dei disordini protrombotici includeva l’attività dell’antitrombina e della proteina C e il livello della proteina S antigenenica totale. Nessun paziente ha manifestato sintomi clinici di TEV; nel preoperatorio gli esami Doppler e le ecografie erano normali in tutti i pazienti. Gli autori hanno concluso che gli eventi di TEV sono rari dopo un intervento chirurgico per il trattamento della scoliosi e lo screening di routine non è giustificato. Ko et al. hanno studiato l’incidenza di tromboembolismo nei pazienti che avevano ricevuto acido tranexamico (TXA) dopo un’artrodesi lombare ed hanno esplorato il valore diagnostico della DUS degli arti inferiori come test di screening 42. Avendo trovato un’incidenza di TEV paragonabile nel gruppo TXA (0.8%) e in quello non-TXA (1.2%), gli autori hanno concluso che la DUS degli arti inferiori non era raccomandata come test di screening della TVP a causa dell’alto tasso di falsi positivi. 

In base alla letteratura disponibile, lo screening di routine per la TVP nei pazienti sottoposti a chirurgia vertebrale non sembra svolgere alcun ruolo. Lo screening dovrebbe essere riservato ai pazienti ad alto rischio di TEV, come accertato dagli studi sull’argomento e sopra evidenziato.

Andrea Angelini, Gentaro Kumagai, Olivier Q. Groot

References

  1. Glotzbecker MP, Bono CM, Wood KB, Harris MB. Thromboembolic disease in spinal surgery: a systematic review. Spine (Phila Pa 1976). 2009 Feb 1; 34(3):291-303.
  2. Nicol M, Sun Y, Craig N, Wardlaw D. Incidence of thromboembolic complications in lumbar spinal surgery in 1,111 patients. Eur Spine J. 2009 Oct; 18(10):1548-52.
  3. Leon L, Rodriguez H, Tawk RG, Ondra SL, Labropoulos N, Morasch MD. The prophylactic use of inferior vena cava filters in patients undergoing high-risk spinal surgery. Ann Vasc Surg. 2005 May;19(3):442-7.
  4. Smith JS, Fu KM, Polly DW Jr, Sansur CA, Berven SH, Broadstone PA, Choma TJ, Goytan MJ, Noordeen HH, Knapp DR Jr, Hart RA, Donaldson WF 3rd, Perra JH, Boachie-Adjei O, Shaffrey CI. Complication rates of three common spine procedures and rates of thromboembolism following spine surgery based on 108,419 procedures: a report from the Scoliosis Research Society Morbidity and Mortality Committee. Spine (Phila Pa 1976). 2010 Nov 15; 35(24):2140-9.
  5. Oda T, Fuji T, Kato Y, Fujita S, Kanemitsu N. Deep venous thrombosis after posterior spinal surgery. Spine (Phila Pa 1976). 2000 Nov 15;25(22):2962-7.
  6. Kelly J, Rudd A, Lewis RR, Hunt BJ. Screening for subclinical deep-vein thrombosis. QJM. 2001 Oct; 94(10):511-9.
  7. Wada M, Iizuka M, Iwadate Y, Yamakami I, Yoshinaga K, Saeki N. Effectiveness of deep vein thrombosis screening on admission to a rehabilitation hospital: a prospective study in 1043 consecutive patients. Thromb Res. 2013 Jun;131(6):487-92.
  8. Matsumoto S, Suda K, Iimoto S, Yasui K, Komatsu M, Ushiku C, Takahata M, Kobayashi Y, Tojo Y, Fujita K, Minami A. Prospective study of deep vein thrombosis in patients with spinal cord injury not receiving anticoagulant therapy. Spinal Cord. 2015 Apr;53(4):306-9.
  9. Becker DM, Philbrick JT, Bachhuber TL, Humphries JE. D-dimer testing and acute venous thromboembolism. A shortcut to accurate diagnosis? Arch Intern Med. 1996 May 13; 156(9):939-46.
  10. Furlan JC, Fehlings MG. Role of screening tests for deep venous thrombosis in asymptomatic adults with acute spinal cord injury: an evidence-based analysis. Spine (Phila Pa 1976). 2007 Aug 1;32(17):1908-16.
  11. Chen CJ, Wang CJ, Huang CC. The value of D-dimer in the detection of early deep-vein thrombosis after total knee arthroplasty in Asian patients: a cohort study. Thromb J. 2008 May 28; 6:5.
  12. Shiota N, Sato T, Nishida K, MatsuoM, Takahara Y,Mitani S, Murakami T, Inoue H. Changes in LPIA D-dimer levels after total hip or knee arthroplasty relevant to deep-vein thrombosis diagnosed by bilateral ascending venography. J Orthop Sci. 2002; 7(4):444-50.
  13. Goodacre S, Sampson F, Thomas S, van Beek E, Sutton A. Systematic review and meta-analysis of the diagnostic accuracy of ultrasonography for deep vein thrombosis. BMC Med Imaging. 2005 Oct 3; 5:6.
  14. Fraser DG, Moody AR, Morgan PS, Martel AL, Davidson I. Diagnosis of lower-limb deep venous thrombosis: a prospective blinded study of magnetic resonance direct thrombus imaging. Ann Intern Med. 2002 Jan 15;136(2):89-98.
  15. Kumagai G, Wada K, Kudo H, Asari T, Ichikawa N, Ishibashi Y. D-dimer monitoring combined with ultrasonography improves screening for asymptomatic venous thromboembolism in acute spinal cord injury. J Spinal Cord Med. 2020 May; 43(3):353-7.
  16. Wei J, Li W, Pei Y, Shen Y, Li J. Clinical analysis of preoperative risk factors for the incidence of deep venous thromboembolism in patients undergoing posterior lumbar interbody fusion. J Orthop Surg Res. 2016 Jun 13; 11(1):68.
  17. Akins PT, Harris J, Alvarez JL, Chen Y, Paxton EW, Bernbeck J, Guppy KH. Risk Factors Associated With 30-day Readmissions After Instrumented Spine Surgery in 14,939 Patients: 30-day readmissions after instrumented spine surgery. Spine (Phila Pa 1976). 2015 Jul 1;40(13):1022-32.
  18. Ikeda T, Miyamoto H, Hashimoto K, Akagi M. Predictable factors of deep venous thrombosis in patients undergoing spine surgery. J Orthop Sci. 2017 Mar; 22(2):197-200.
  19. Zhang L, Cao H, Chen Y, Jiao G. Risk factors for venous thromboembolism following spinal surgery: A meta-analysis. Medicine (Baltimore). 2020 Jul 17; 99(29):e20954.
  20. Yoshioka K, Murakami H, Demura S, Kato S, Tsuchiya H. Prevalence and risk factors for development of venous thromboembolism after degenerative spinal surgery. Spine (Phila Pa 1976). 2015 Mar 1; 40(5):E301-6.
  21. Tominaga H, Setoguchi T, Tanabe F, Kawamura I, Tsuneyoshi Y, Kawabata N, Nagano S, Abematsu M, Yamamoto T, Yone K, Komiya S. Risk factors for venous thromboembolism after spine surgery. Medicine (Baltimore). 2015 Feb;94(5):e466.
  22. Ferree BA, Stern PJ, Jolson RS, Roberts JM 5th, Kahn A 3rd. Deep venous thrombosis after spinal surgery. Spine (Phila Pa 1976). 1993 Mar 1;18(3): 315-9.
  23. Napolitano LM, Garlapati VS, Heard SO, Silva WE, Cutler BS, O’Neill AM, Anderson FA Jr, Wheeler HB. Asymptomatic deep venous thrombosis in the trauma patient: is an aggressive screening protocol justified? J Trauma. 1995 Oct;39(4): 651-7, discussion :657-9.
  24. Wood KB, Kos PB, Abnet JK, Ista C. Prevention of deep-vein thrombosis after major spinal surgery: a comparison study of external devices. J Spinal Disord. 1997 Jun;10(3):209-14.
  25. Dearborn JT, Hu SS, Tribus CB, Bradford DS. Thromboembolic complications after major thoracolumbar spine surgery. Spine (Phila Pa 1976). 1999 Jul 15; 24(14):1471-6.
  26. Lee HM, Suk KS, Moon SH, Kim DJ, Wang JM, Kim NH. Deep vein thrombosis after major spinal surgery: incidence in an East Asian population. Spine (Phila Pa 1976). 2000 Jul 15; 25(14):1827-30.
  27. Epstein NE. Efficacy of pneumatic compression stocking prophylaxis in the prevention of deep venous thrombosis and pulmonary embolism following 139 lumbar laminectomies with instrumented fusions. J Spinal Disord Tech. 2006 Feb; 19(1):28-31.
  28. Platzer P, Thalhammer G, Jaindl M, Obradovic A, Benesch T, Vecsei V, Gaebler C. Thromboembolic complications after spinal surgery in trauma patients. Acta Orthop. 2006 Oct;77(5):755-60.
  29. Schizas C, Neumayer F, Kosmopoulos V. Incidence and management of pulmonary embolism following spinal surgery occurring while under chemical thromboprophylaxis. Eur Spine J. 2008 Jul; 17(7):970-4.
  30. Stowell CP, Jones SC, Enny C, Langholff W, Leitz G. An open-label, randomized, parallel-group study of perioperative epoetin alfa versus standard of care for blood conservation in major elective spinal surgery: safety analysis. Spine (Phila Pa 1976). 2009 Nov 1;34(23):2479-85.
  31. Kaabachi O, Alkaissi A, Koubaa W, Aloui N, Toumi NelH. Screening for deep venous thrombosis after idiopathic scoliosis surgery in children: a pilot study. Paediatr Anaesth. 2010 Feb; 20(2):144-9.
  32. Epstein NE, Staszewski H, Garrison M, Hon M. Pulmonary embolism diagnosed on computed tomography contrast angiography despite negative venous Doppler ultrasound after spinal surgery. J Spinal Disord Tech. 2011 Aug;24(6):358-62.
  33. Yoshiiwa T, MiyazakiM, Takita C, Itonaga I, Tsumura H. Analysis of measured Ddimer levels for detection of deep venous thrombosis and pulmonary embolism after spinal surgery. J Spinal Disord Tech. 2011 Jun;24(4):E35-9.
  34. Kim HJ, Walcott-Sapp S, Adler RS, Pavlov H, Boachie-Adjei O, Westrich GH. Thromboembolic Complications Following Spine Surgery Assessed with Spiral CT Scans: DVT/PE Following Spine Surgery. HSS J. 2011 Feb;7(1):37-40.
  35. Al-Dujaili TM, Majer CN, Madhoun TE, Kassis SZ, Saleh AA. Deep venous thrombosis in spine surgery patients: incidence and hematoma formation. Int Surg. 2012 Apr-Jun; 97(2):150-4.
  36. Takahashi H, Yokoyama Y, Iida Y, Terashima F, Hasegawa K, Saito T, Suguro T, Wada A. Incidence of venous thromboembolism after spine surgery. J Orthop Sci. 2012 Mar;17(2):114-7.
  37. Hohl JB, Lee JY, Rayappa SP, Nabb CE, Devin CJ, Kang JD, Ward WT, Donaldson WF 3rd. Prevalence of venous thromboembolic events after elective major thoracolumbar degenerative spine surgery. J Spinal Disord Tech. 2015 Jun; 28(5):E310-5.
  38. Hamidi S, Riazi M. Incidence of venous thromboembolic complications in instrumental spinal surgeries with preoperative chemoprophylaxis. J Korean Neurosurg Soc. 2015 Feb;57(2):114-8.
  39. Weber B, Seal A, McGirr J, Fielding K. Case series of elective instrumented posterior lumbar spinal fusions demonstrating a low incidence of venous thromboembolism. ANZ J Surg. 2016 Oct;86(10):796-800.
  40. Liu L, Liu YB, Sun JM, Hou HF, Liang C, Li T, Qi HT. Preoperative deep vein thrombosis in patients with cervical spondylotic myelopathy scheduled for spinal surgery. Medicine (Baltimore). 2016 Nov;95(44):e5269.
  41. Inoue H, Watanabe H, Okami H, Kimura A, Seichi A, Takeshita K. D-dimer predicts pulmonary embolism after low-risk spine surgery. Spine Surg Relat Res. 2018 Feb 28;2(2):113-20.
  42. Ko BS, Cho KJ, Kim YT, Park JW, Kim NC. Does Tranexamic Acid Increase the Incidence of Thromboembolism After Spinal Fusion Surgery? Clin Spine Surg. 2020 Mar;33(2):E71-5.
  43. Cheang MY, Yeo TT, Chou N, Lwin S, Ng ZX. Is anticoagulation for venous thromboembolism safe for Asian elective neurosurgical patients? A single centrestudy. ANZ J Surg. 2019 Jul;89(7-8):919-24.
  44. Zhang H, Weng H, Yu K, Qiu G. Clinical Risk Factors and Perioperative Hematological Characteristics of Early Postoperative Symptomatic Deep Vein Thrombosis in Posterior Lumbar Spinal Surgery. Spine (Phila Pa 1976). 2021 Oct 1;46(19):E1042-8.

Downloads

Authors

Chadi Tannourye i Delegati della Colonna ICM-VTE

How to Cite
Chadi Tannourye i Delegati della Colonna ICM-VTE. (2023). Raccomandazioni dell’ICM-VTE: colonna vertebrale. Giornale Italiano Di Ortopedia E Traumatologia, 49(3 (Suppl. 1), 408–433. Retrieved from https://www.giot.it/article/view/382
  • Abstract viewed - 233 times
  • PDF downloaded - 20 times